fbpx
Giorgio Gori
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

SCALO FERROVIARIO FINALMENTE BONIFICATO

Nella zona della stazione il Comune ce la sta mettendo tutta per combattere il degrado e continuerà a farlo senza risparmiare energie e idee. Dopo molto tempo che sollecitiamo, anche le Ferrovie hanno fatto la loro parte: finalmente, l’area dismessa dello scalo ferroviario è stata bonificata. Non ci sono più le montagne di rifiuti, gli sterpi alti tre metri, i mucchi di siringhe, i vagoni merci e i fabbricati fatiscenti in cui trovavano rifugio gli spacciatori. Nell’area dello scalo ferroviario è finalmente cambiato tutto. Qui fino a poche settimane fa non si poteva entrare: era terra di nessuno, una giungla popolata da tossicodipendenti e smerciatori di sostanze. Nel cuore di Bergamo: tra la stazione e via Gavazzeni, tra la Malpensata e il cavalcavia accanto all’ex-dogana.

Adesso è tornato ad essere una parte della città. Ieri pomeriggio abbiamo fatto un sopralluogo: abbiamo visto Bergamo da un punto di osservazione del tutto nuovo e affascinante. Un grazie sincero va a tutti coloro che hanno lavorato per questo risultato: le Forze dell’Ordine coordinate dalla Prefettura, le Ferrovie dello Stato, e anche la nostra Polizia Locale.

Adesso le scommesse sono due. La prima è fare in modo che resti così, che il degrado non torni. La seconda si chiama Porta Sud, ossia il recupero e la trasformazione di quest’area. Il Comune ci sta lavorando con grande entusiasmo e la visita di ieri ci ha dato ancora più voglia di vedere quel sogno diventare realtà.