fbpx
Giorgio Gori
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

I quartieri al centro: CITTÀ ALTA

COSA ABBIAMO FATTO

  • Inserimento di Città Alta e delle Mura Venete nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco.
  • Piazza Mascheroni libera dalle auto.
  • Recupero di 40 alloggi popolari precedentemente inagibili e sfitti.
  • Avvio ai lavori di riqualificazione dell’ex Carcere di Sant’Agata e del Complesso del Carmine, grazie
    alla Cooperativa Città Alta e al TTB. Apertura del passaggio tra la Corsarola e il Carmine.
  • Regolamento sul commercio in Città Alta per frenare le trasformazioni di carattere turistico.
  • Restrizione degli orari di accesso di furgoni per carico/scarico merci.
  • Stop all’occupazione degli spazi di sosta per residenti da parte degli ospiti di B&B e case vacanze.
  • Potenziamento e ampliamento degli orari delle linee di trasporto pubblico (bus e funicolari).
  • Raccolta differenziata della plastica e dell’organico.
  • Intervento per consentire la riapertura della piscina del Seminario.

COSA FAREMO

  • Impegno a contrastare lo spopolamento di Città Alta e a tutelarne l’autenticità. Nuovo Piano
    Particolareggiato di Città Alta.
  • Sostegno alla residenza e agli affitti di lunga durata. Freno all’eccessiva proliferazione di case
    vacanze (impegno per modificare la legge regionale) e lotta all’abusivismo in questo settore.
  • Completamento del parcheggio di via Fara e creazione di un nuovo parco. Risalita in ascensore
    accessibile ai residenti e nuova risalita pedonale da via Fara a Piazza Mercato del Fieno.
  • A seguire, “liberazione” dalle auto di Piazza Cittadella e di Piazza Angelini e ampliamento delle
    chiusure serali di Città Alta. Piazza Mercato del Fieno riservata alla sosta dei residenti.
  • Nuova linea di autobus ad alta frequenza dallo Stadio a Città Alta, e da qui all’Ospedale.
  • Progressiva limitazione di transito sulla Corsarola per camion e furgoni e consegna delle merci
    con mezzi ecologici, favorendo in alternativa punti di carico e scarico esterni alle vie centrali (Colle
    Aperto, Piazza Mercato del Fieno, Piazza Mercato delle Scarpe) o esterni alle mura.
  • Sostegno ai negozi di vicinato e alle botteghe storiche. Minimarket a servizio dei residenti.
  • Sant’Agata come luogo di incontro grazie ai nuovi spazi della Cooperativa Città Alta.
  • Recupero di Casa Suardi e nuova articolazione degli spazi culturali di Piazza Vecchia.
  • Restauro della Polveriera di Colle Aperto e ampliamento dell’Orto Botanico.
  • Estensione del progetto “cestini intelligenti”, per svuotarli via via che si riempiono.