fbpx
Giorgio Gori
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Diamo un taglio al traffico delle auto che arrivano in città

Una città che si difende dall’invasione delle auto che provengono da fuori: traffico più scorrevole, più parcheggi nelle fasce esterne, più posti gialli per residenti.

Nei prossimi 5 anni vogliamo realizzare oltre 10.000 nuovi posti auto (alla ex Reggiani, a sud della stazione, in via Spino, all’ex OTE, ecc.) nelle fasce esterne della città, difendendo Bergamo dall’invasione quotidiana di oltre 60mila mezzi. Dobbiamo considerare la città come fosse “tutta centro”, ovvero baricentro di un’area metropolitana di più di 350mila abitanti: vogliamo creare quindi parcheggi d’attestazione, prevedere più posti per residenti, in centro e in periferia (e proprio in questi giorni ne stiamo realizzando alcune decine a Santa Lucia e alla Malpensata).

Ma soprattutto, in molti quartieri, pensiamo di introdurre il disco orario per i non residenti: in questo modo, non solo possiamo dare più spazio alle auto dei residenti, ma anche tutelare la rotazione che è indispensabile per i commercianti e i negozi di vicinato.

Difendendo la città dal traffico, possiamo anche snellire il traffico nelle strade interne. Lo faremo anche realizzando nuove rotatorie come quella che abbiamo fatto alla Malpensata: pensiamo a via San Bernardino, all’ex OTE, a via Corridoni(all’incrocio con via Leone XIII), al nodo di Pontesecco, a Grumello del piano (risolvendo il cosiddetto rondò imperfetto).

Oltre a questi interventi, pensiamo di realizzarne molti altri per migliorare anche l’accesso e l’uscita dalla città: interverremo sul rondò dell’A4, sulla rotatoria di Campagnola, al rondò delle Valli.

Così facendo, possiamo garantire maggiore puntualità del trasporto pubblico, rendendolo sempre più competitivo. Prevediamo anche una linea da Bergamo a Dalmine e una nuova linea che possa attraversare Bergamo da Nord a Sud, dallo stadio all’ospedale passando da Bergamo Alta.

Pensiamo a una città che si difende dal traffico creando opportunità, che riduce i tempi di ingresso, uscita e attraversamento della città a beneficio soprattutto dei nostri concittadini e del trasporto pubblico, che crea più parcheggi a servizio dei residenti. Difendere la città dalle auto e rendere il traffico più scorrevole significa anche ridurre l’inquinamento, tutelando l’ambiente. E tutto questo lavoro è già iniziato.

#SemprepiùBergamo